Lo Stato siamo noi. Comunità locali e responsabilità sociale La Diocesi di Locri-Gerace si confronta, in vista della Settimana sociale dei cattolici italiani che si terrà a Cagliari

Per due giorni, la comunità diocesana di Locri-Gerace, si confronterà sul tema “Lo Stato siamo noi. Comunità locali e responsabilità sociale”. L’iniziativa è stata organizzata dall’Ufficio diocesano di Pastorale Sociale e del Lavoro in  vista della prossima Settimana Sociale dei Cattolici in Italia che si svolgerà a Cagliari dal 26 al 29 ottobre 2017. L’appuntamento è fissato per venerdì 23 giugno, dalle ore 17,00 alle 19,30, presso il Centro Pastorale (Via Caprera, Locri) dove i lavori proseguiranno nella giornata di sabato 24 giugno dalle 9,30 alle 18,00 con interventi, relazioni e lavori di gruppo. Il titolo del tema è frutto di una scelta ben precisa di rilancio di uno dei pilastri della Dottrina Sociale della Chiesa, qual è il principio di sussidiarietà. La scelta scaturisce dalla considerazione che il concetto di Stato diffuso nei nostri territori è quello di un’entità astratta, che dall’alto verso il basso legittima le comunità locali e dovrebbe provvedere ad ogni bisogno. La Dottrina Sociale della Chiesa parla invece di uno Stato che sta in basso, costituito dalla collettività, che dal basso verso l’alto esprime e legittima rappresentanze politiche e istituzioni, e che soprattutto “fa e decide” tutto ciò che è possibile “fare e decidere” in basso. Da “Stato” le comunità locali si assumono la corresponsabilità del proprio futuro, non stanno ad attendere soluzioni dall’alto e rifiutano di essere ingranaggio passivo di una logica assistenzialistica. L’incontro vedrà la partecipazione del vescovo, monsignor Francesco Oliva, del presidente dell’Ufficio diocesano di Pastorale Sociale e del Lavoro, Vincenzo Linarello, dell’economista prof. Leonardo Becchetti e sarà arricchito dalle testimonianze di don Antonio Loffredo e di Teresa Nesci. In una lettera indirizzata a tutte le parrocchie, il Vescovo ha sollecitato un’ampia partecipazione a questa “due giorni” che sarà “occasione di ascolto, studio, testimonianza di come è possibile, attraverso la partecipazione, vivere in maniera più consapevole e responsabile la nostra cittadinanza, il nostro essere Stato, con sano protagonismo, responsabilità e solidarietà, anche per quanto attiene alle sfide del futuro della Locride e della Calabria”.

©2019 Pandocheion – Casa che accoglie. Diocesi di Locri-Gerace. Tutti i diritti sono riservati.

Lascia un commento