BENEDIZIONE DEI CELLULARI E DEGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE SOCIALE

BENEDIZIONE DEI CELLULARI E DEGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE SOCIALE

 

S.E. monsignor Francesco Oliva, vescovo di Locri-Gerace, ha benedetto i cellulari e tutti gli strumenti di Comunicazione Sociale che, in questi giorni caratterizzati dallo slogan #iorestoacasa, si stanno rivelando di grandissima utilità, ma anche strumenti di evangelizzazione.

Ecco le parole del Vescovo.

In tempo di coronavirus diventa imprescindibile il ricorso ai mezzi di comunicazione sociale, da oggi anche per lucrare l’indulgenza plenaria.

Una novità questa che li valorizza molto.

Penso in particolare al cellulare, uno strumento che la tecnologia moderna ha messo nelle nostre mani tanto da diventare essenziale. Ma ahimè, come ogni strumento, richiede un uso intelligente e moderato. Nel bene e nel male è nostro compagno di viaggio.

Vorrei dire grazie a Dio per averlo messo nelle nostre mani, in modo da renderlo strumento di comunicazione facile ed immediato. La sua valorizzazione come quella dei diversi mezzi di comunicazione sociale (radio e televisione, piattaforme social e altro ancora) può favorire la comunione spirituale, dando ai sacerdoti ed ai Vescovi la possibilità di raggiungere il loro popolo, trasmettendo celebrazioni al chiuso, in chiese e in Cattedrali senza concorso di fedeli. Tutti questi mezzi sono divenuti strumenti insostituibili di evangelizzazione.

Perciò chiedo al Signore una benedizione su quanti se ne avvalgono in modo appropriato e corretto, soprattutto in questo tempo condizionato gravemente dalle restrizioni di prevenzione del contagio da coronavirus.

Benedico gli strumenti della comunicazione sociale e quanti se ne avvalgono.

Benedico i medici, il personale sanitario, i ricercatori e gli scienziati, i docenti e gli studenti, che attraverso un cellulare ed un ipad, un computer, comunicano a distanza, lavorano, risolvono tanti problemi e trovano soluzioni tecniche a molti problemi del nostro tempo. 

Lo faccio con questa preghiera che condivido con quanti sono connessi via cellulare e con fede si rivolgono al Signore. Ognuno può recitarla, avendo davanti il proprio cellulare o altri strumenti di comunicazione.

PREGHIERA

 Signore Dio, nostro Padre e Creatore,

che hai reso l’uomo tuo collaboratore
mediante il lavoro delle sue mani

e le invenzioni della tecnica,

rendi le nostre relazioni sempre più vere, più virtuose e meno virtuali, anche se avvengono attraverso il cellulare e gli altri strumenti di comunicazione sociale.

Fa che l’uso di questi strumenti

sia sempre rispettoso della dignità delle persone

e della loro privacy, della verità e della riservatezza, mai canali d’ingiuria e di offesa,

di odio e di violenza.

Siano strumenti di amicizia e di sentimenti positivi,

tendano alla promozione della società

e al servizio del bene dei fratelli.
O Signore, concedici di avvalerci 

di ogni strumento di comunicazione sociale (cellulare, ipad, internet) per migliorare le nostre relazioni umane e condizioni di vita, 

senza togliere tempo alla relazione con Te, e servendo Te, Signore, mirabile nelle tue opere, 

termine ultimo di ogni nostra umana attesa.

Insieme a quanti ne fanno uso benediciamo e lodiamo Te, o Dio, luce vera e fonte di ogni dono.

Per Cristo nostro Signore.

✠ Francesco Oliva

©2020 Pandocheion – Casa che accoglie. Diocesi di Locri-Gerace. Tutti i diritti sono riservati.

Lascia un commento