Tutti gli articoli di pandocheion

Informazioni su pandocheion

Giornale della diocesi di Locri-Gerace A cura dell'Ufficio per le Comunicazioni Sociali della diocesi.

Meeting di apertura del nuovo anno della pastorale giovanile e vocazionale

“è ora di oratorio”

Meeting di apertura del nuovo anno della pastorale giovanile e vocazionale

Domani 13 ottobre 2019 presso il Centro Salesiani di Locri si svolgerà il Meeting di apertura del nuovo anno della pastorale giovanile e vocazionale.

Don Marius Okemba, Direttore dell’Ufficio diocesano per la pastorale giovanile e vocazionale, spiegando il tema del meeting “è ora di oratorio”, dice: “Non perché l’oratorio sia una novità da scoprire, ma perché vogliamo riportare al centro del nostro azione pastorale in questo settore i quattro capisaldi dell’oratorio, visto come casa che accoglie, come parrocchia che evangelizza, come scuola che avvia alla vita e come cortile che incontra”.

Sarà presente don Michele Falabretti, responsabile del servizio nazionale per la pastorale giovanile della CEI che aiuterà i partecipanti a riflettere su: “Oratorio oggi”.

L’iniziativa è aperta a tutte le realtà diocesane: associazioni, movimenti, famiglie e sacerdoti.

©2020 Pandocheion – Casa che accoglie. Diocesi di Locri-Gerace. Tutti i diritti sono riservati.

XXVI Giornata Mondiale dell’Alzheimer Iniziativa di sensibilizzazione della Caritas diocesana di Locri-Gerace https://youtu.be/ZMSgk3Jqyho

 

La diocesi di Locri-Gerace intensifica il percorso avviato lo scorso anno a sostegno dei malati di Alzheimer e dei loro familiari che li assistono. In occasione della celebrazione della XXVI Giornata Mondiale dell’Alzheimer, la Caritas diocesana di Locri-Gerace organizza in collaborazione con il Centro Regionale di Neurogenetica di Lamezia Terme, un incontro di sensibilizzazione c

he si terrà, venerdì 20 settembre, alle ore 17,30 presso il Centro Pastorale di Locri. L’incontro servirà per fare il punto della situazione in merito alla bellissima esperienza portata avanti nell’ambito del progetto “Teneramente-Rete diocesana degli Alzheimer café” che, a partire dalla seconda domenica del mese di ottobre, estenderà la sua attività avviando nella Locride, oltre a quella già esistente a Bivongi, un’altra sede di “Alzheimer café”; questa nascerà a Locri, presso “Casa Santa Marta” (sede della Caritas diocesana). L’incontro di oggi sarà aperto dai saluti di don Rigobert Elangui, Direttore diocesano della Caritas e del vescovo, monsignor Francesco Oliva; seguiranno gli interventi della dottoressa Amalia Bruni del Centro Regionale di Neurogenetica e di don Enzo Chiodo, Parroco di Bivongi. Al termine dell’incontro sarà possibile visitare la mostra dal titolo: “Primavera, estate, autunno, inverno e ancora primavera” curata da Antonella Raso e Valentina Margiotta. “L’Incontro –detto don Rigobert- è aperto a medici, famigliari dei malati , sacerdoti, Caritas parrocchiali, associazioni, volontari, amministrazioni comunali e a tutti quelli che vorranno prendere parte all’iniziativa”.

ph. Agensir.it

 

©2020 Pandocheion – Casa che accoglie. Diocesi di Locri-Gerace. Tutti i diritti sono riservati.

Si riparte per una nuova avventura: un nuovo anno scolastico, un’altra grande opportunità. Messaggio di S.E. monsignor Francesco Oliva al mondo della scuola per l’inizio del nuovo anno scolastico.

Messaggio di S.E. monsignor Francesco Oliva al mondo della scuola per l’inizio del nuovo anno scolastico.

 Carissimi Ragazzi e Giovani studenti,

Cari Dirigenti, Docenti e personale del mondo della scuola,

 

non so se avrete la pazienza di leggermi. Mi sento però molto vicino a voi, come Pastore di questa bella Chiesa di Locri-Gerace. Sono certo di rivolgermi ad un mondo meraviglioso, quello della scuola, che unisce la stagione dei sogni più belli. Ove i sogni dive

ph agensir.it

ntano realtà. Ove sognare è vivere. Ove sognare è un diritto. Penso ai sogni della ricerca, della conoscenza, dell’amicizia, dell’integrazione, dello studio che costa fatica, ma appassiona anche.

Penso a te giovane della Locride, terra da abitare, da amare e conoscere, nella quale puoi mettere a frutto quel bagaglio di umanità di cui sei dotato. Penso a te, docente, impegnato tra progettazione scolastica e programmi da avviare e completare. Penso a te, Dirigente scolastico, preso dalla preoccupazione di offrire spazi scolastici adeguati ed a norma e di assicurare le migliori condizioni di studio. Tutti insieme vi trovate di nuovo a condividere tante giornate, a camminare insieme lungo il sentiero della scoperta e della crescita.

E’ di nuovo settembre! Si riparte per una nuova avventura: un nuovo anno scolastico, un’altra grande opportunità. E’ la novità della vita che vi sta davanti. Non sciupatela! S’inizia un nuovo percorso e la possibilità di nuove esperienze di conoscenza e di amicizia. Grazie a tutti voi la scuola diviene palestra di conoscenze, di ricerca e di studio, ma soprattutto di umanità e di reciproca accoglienza. Ce n’è tanto bisogno in questo tempo in cui si pensa di possedere il mondo intero e di avere gli strumenti e la tecnica per conoscere tutta la verità. Eppure la verità non si lascia possedere. Va cercata: è una ricerca, che sta sempre oltre, oltre di noi. Non siamo costruttori di verità, ma semplici cercatori. La verità si cerca proprio perché sta oltre. La pretesa di essere verità e di elevare a verità le proprie opinioni rende il mondo più piccolo e triste. Con rispetto sento di dover dire a tutti ed a ciascuno: cercate con umiltà la verità. La scuola, i docenti, i libri, i sussidi didattici, vi saranno di aiuto. Anche i social impegnano il vostro tempo. Sono strumenti utili, che non possono né devono togliervi la libertà. Attraverso di essi aumentano le vostre possibilità comunicative, ma non consumate tutto il vostro tempo lasciandovi assorbire da essi. Non affidate alla tecnica sofisticata dei social il vostro bisogno di comunicazione. Essi non possono esaurire il vostro bisogno di affettività, di relazionalità, che si alimentano di incontro, di ascolto, di condivisione, di accoglienza. Siate loro padroni, non servi. Sempre costruttori di umanità, di relazioni belle fondate sul rispetto della dignità altrui. Appassionatevi al bene comune, alla verità, alla giustizia, allo studio senza mai sentirvi arrivati. Appassionatevi e lottate per quello in cui credete.

Non sprecate il vostro tempo… Non tornerà più. Vivetelo con la gioia di chi sa che ha tanto da scoprire.

Buon anno scolastico!

©2020 Pandocheion – Casa che accoglie. Diocesi di Locri-Gerace. Tutti i diritti sono riservati.

“Spiegò loro nelle Scritture tutto ciò che lo riguardava” Assemblea Diocesana - 9-10 settembre 2019 Locri – Centro Pastorale Diocesano

 “Spiegò loro nelle Scritture tutto ciò che lo riguardava”

 

Per due giorni sacerdoti, religiosi e laici della Diocesi di Locri-Gerace si confronteranno presso il Centro Pastorale di Locri per prepararsi all’avvio del nuovo anno pastorale. Nell’ultima Lettera pastorale (“Non passare oltre senza fermarti”) S.E. il vescovo, monsignor Francesco Oliva, aveva tracciato, in continuità con il biennio precedente, la strada da seguire nel percorso che ci attende: “Mettere al centro Gesù e la sua Parola, da conoscere, amare e seguire, per vivere con Lui ed in Lui la nostra storia fino al suo compimento nella Gerusalemme del cielo, è il cammino che si delinea davanti a noi”. Intorno a questa precisa indicazione si svolgerà l’Assemblea Diocesana.

Ecco, in dettaglio, il programma:

 

9 settembre

Ore 16,30 Iscrizioni

Ore 17,00 Canto del Veni Creator e intronizzazione dell’Icona dei Discepoli di Emmaus.

Sr. Mirella Muià legge l’Icona

Ore 17,30 p. Pino Di Luccio (S.J.) relaziona sul brano di Lc 24, 13 – 35.

Esegesi e metodologia di lettura della Parola

Ore 19,00 Condivisione e confronto in assemblea.

 

10 settembre

Ore 16,30 Canto comunitario “Il canto del mare” (Frisina).

Ore 17,00 p. Vincenzo Sibilio presenta l’itinerario triennale che la Diocesi vuole compiere per la conoscenza e l’approfondimento della Parola.

Ore 18,30 Condivisione e confronto in assemblea.

Ore 19,30 Conclusioni del Vescovo.

©2020 Pandocheion – Casa che accoglie. Diocesi di Locri-Gerace. Tutti i diritti sono riservati.